La Piccola Farmacia Letteraria Elena Molini

0
479

Blu Rocchini (sì, come il colore) è una ragazza che vive a Firenze con altre sue tre coetanee, tutte sulla trentina e tutte alle prese con quei “problemi di cuore” che qualunque donna almeno una volta nella vita ha affrontato.

Blu ha un sogno: aprire una libreria tutta sua. Aveva già lavorato in una casa editrice specializzata e in una grossa catena di librerie, ma le mancava qualcosa. Voleva dare maggior valore alla lettura, facendo sì che si instaurasse un rapporto speciale tra lettore e libro, andando oltre la semplice vendita al cliente.

Riesce finalmente a realizzare il suo desiderio, anche se all’inizio è difficile per una piccola libraia indipendente.

Poi l’intuizione: ha la brillante idea di trasformare i libri in veri e propri “farmaci”, lenitivi per gli animi feriti, con indicazioni terapeutiche e posologia specifici a seconda del “paziente” e della sua “patologia”.

Nasce così la “Piccola Farmacia Letteraria”, che si rivelerà da subito un grande successo. Curare attraverso i libri: un’arte e una grande responsabilità. Blu diventa così una specie di “psicologa letteraria”: le sue clienti la adorano e le affidano il loro cuore infranto.

La protagonista stessa è alle prese con i patemi per un ragazzo affascinate conosciuto una sera, di cui però ha perso le tracce perché non ha avuto modo di avere il suo numero.

Il libro prende ispirazione dal preesistente sito web della “Farmacia Letteraria”, la libreria fiorentina che si trova in via di Ripoli 7. Se vi capita di passare d lì, non potete assolutamente perdervela!

Una commedia divertente, dal finale che vi sorprenderà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome