Direttamente dell’Emporio, la storia dei dolci tipici del Sacro Monte

0
932

Durante la nostra mattinata al Borgo di Santa Maria del Monte, facciamo sosta all’Emporio, dove ci accoglie Valentina, con grande gentilezza e disponibilità. L’Emporio di Santa Maria del Monte è il luogo ideale dove riscoprire i sapori di una volta. Impariamo a conoscere Mustazitt, l’Amaro di Santa Maria del Monte, il Pandolce, le Brazadelle ( o pane di Maria) e la Girometta. Ovviamente la nostra curiosità è grande, al punto che Valentina ci suggerisce di bussare alla porta della Signora Marinella e chiedere a lei tutta la storia dei dolci del Sacro Monte. Cogliamo al balzo l’occasione, sapendo che è quasi mezzogiorno e magari siamo di disturbo. In realtà questa esperienza si rivela fantastica: non solo la Signora Marinella ci apre col sorriso, ma ci mostra, racconto dopo racconto, le Giromette e ci narra tutto del passato: lei è la Signora che ancora confeziona le Brazadelle, panini benedetti, che un tempo l’Arciprete regalava alle famiglie che salivano in Pellegrinaggio. Erano dolci poveri e venivano donati in cambio di altri piccoli regali preziosi (olio, grano) portati al Santuario. Quando si infornavano le Brazadelle, spesso rimaneva molto scarto di farina mista all’acqua e così si modellavano dei soldatini, che cotti diventavano abbastanza duri da sembrare ai bambini dei giocattoli. Ecco nascere le Giromette. Erano adornate con piume sul cappello e coccarde sul corpo, piccoli pezzetti di carta oppure spighe di grano a decorarle. Appartenevano all’epoca Napoleonica, ma siccome in quel periodo (nel ‘700) i Francesi invasero il Borgo e lo misero un po’ in ginocchio, gli abitanti iniziarono anche a venderle, per cercare di risollevarsi.
Esisteva infine una versione più morbida e commestibile della Girometta.
Ci racconta poi cosa sono i Mustazitt: biscotti speziati, sanno di noce moscata, cannella e chiodi di garofano. Ideali da intingere nell’Amaro del Sacro Monte: l’infuso originale alle erbe alpine, che un tempo era prodotto dalla storica Erboristeria di Santa Chiara. I Mustazitt inzuppati deliziano il palato, come ottimo digestivo.
Oggi le mani della Signora Marinella impastano ancora le Brazadelle, con la ricetta tradizionale e all’Emporio, da Valentina, le trovate in degustazione e vendita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome